BW cafè

Il borgo Wührer nasce per offrire una più elevata qualità della vita… io che credevo che fosse nato per la birra!! … stolto!

bw1.jpg

Non serve spiegare dove sia il borgo Wührer ne tanto meno specificare quale sia il BW cafè, arrivati al borgo bastano due passi per trovarlo.
Noi ricchi figli del papiìì arriviamo sempre al bivvù con le nostre 6 porches. Il bivvù ha 4 parcheggi sotterranei, altri laterali, altri ancora fuori dalla banca e dal benzinaio di li a poco, ma a noi non ci piace: noi la benna la vogliamo mettere bene davanti al nostro bicchiere!!
…per cui le piste ciclabili su quella stradina di campagna che è viale della Bornata fanno proprio al caso nostro. Tanto in bicicletta non ci vanno solo cinesi e olandesi?
Parcheggiato il “mezzo”, con i boxer aderenti ma rigonfi dell’uomo che sa la sua ed è pronto a rischiare una multa per quel in cui crede, prendiamo posto al bwcafè.

bw2.jpg

Amo l’easiness che il posto trasmette, ci accomodiamo all’esterno, nel gazebo che da sul parco ducos: tavoli stretti ed alti di legno scuro, sgabelli di metallo luccicante con seduta in pelle di animale (o animale sitetico, va a saperlo..). Senza alzare troppo la voce ordiniamo i nostri pirli, ma lo facciamo con il fare di chi sta ordinando un bianco frizzante, meglio se californiano: l’uva d’oltre oceano ha quel gusto rotondo di frutti di mare.

Arriva la perfetta combo pirlo+patatine+olive , ottimo ci siamo: la Brescianità è stata difesa!
Si aggiungono al nostro tavolo altri amici, nuovi ordini: ma qualcosa nella macchina dell’economia di scala si rompe, per cui da 2 a 8 fino a 10 persone arrivano i pirli ma patatine e olive rimangono le stesse portate all’inizio. Temerari chiedono un paio di taglieri di pizza, 8€ e son accontentati.

bw3.jpg

Il pirlo è buono sia in versione campari che in versione aperol, il bicchiere è quello adatto, le olive sono a livello. Un paio di pirli a testa si fanno sentire e se sei già troppo brillo non hai nemmeno il problema del cercare dove hai parcheggiato l’auto!!

La resa dei conti.
Il Bw cafè si difende, alcuni lo apprezzeranno molto, sicuramente più per l’ambiente nel quale è inserito, dal lato nostrano/pirlo comunque non scade, il prezzo è in linea con l’elevata qualità della vita: 3 € .
Bwcafè avrebbe potuto prendere un bicchierino in più se solo patatine/olive venivano portate al tavolo con la stessa frequenza dell’arrivo dei nostri commensali, sicuramente non ti sfami in tal modo, ma gli ultimi arrivati si son gustati un aperitivo mutilato.

BW Cafè – Borgo Pietro Whurer, 41 – Brescia

Il chiosco del Bocciodromo

Torniamo al parco castelli, spostandoci solo di qualche metro dal nostro primo incontro, con la sicurezza che ci può dare il bocciodromo alle spalle di questo chioschetto!!
Sicurezza che di li a poco si dissolve, probabilmente gli amanti del “BOOOOCCIAPUUUNTOOOO” si rinfrescheranno da altre parti.

boc_1.jpg

Il parco castelli rimane sempre uno dei luoghi più rinfrescanti dell’estate bresciana, immerso nel verde , con quel vento piacevole che s’incanala tra i monti e scendendo verso valle raffredda i motori delle ruspe indaffarate a costruire la loro bella pista per le biglie in Triumplina.

boc_2.jpg

Un vero peccato non potervi trovare un “BBuon” pirlo!
Ordiniamo !
Arrivano questi bicchieroni giganteschi, dalla forma goffa ma simpatica, c’è da dire che l’idea di “pirlo a secchiate” la trasmettono. Non tarda ad arrivare una ciotolina di patatine che si piazza nel mezzo di 5 o 6 pirli, nell’attesa delle olive e del resto, brindiamo!

boc_3.jpg

Fra il ghiaccio si distingue il pirlo, ha un sapore strano, diverso: “ah ma non è pirlo!” è “pirlo con originalità” così soprannominato per l’aggiunta di Gin.
Ora, non mi spiego come il Gin abbia questo potere: ma è certo che è un alcoolico caro a molti, tant’è che capita spesso e mal volentieri che in un momento di estro del barista questo venga aggiunto a un cocktails piuttosto che ad un altro. Tutto ciò non è originale, non da quel qualcosa in più a ciò che si beve, stona, specie nel pirlo, in altre parole: sconsigliato!.

boc_4.jpg

L’aperitivo prosegue a suon di chiacchere e sorsetti amari fino ad arrivare al momento del conto, rullo di tamburi…. 2,80€ a pirlo! Non è pochissimo, non è tantissimo è vero , ma con quel che si è mangiato !!!!! mmm… no aspetta , ci siam persi alla ciotola di patatine in 6 e poi? …. e poi un bel piatto di nulla, un tagliere con fette d’aria fini fini e qualche grosso zero denocciolato! slurp!

La resa dei conti.
boh, un due e mezzo su cinque? può bastare?

(mappa della zona)
Il Chiosco del bocciodromo
Parco Benedetto Castelli
Brescia (bs)