LA CREPERIA

Siete in centro e venite improvvisamente invasi da una voglia ingestibile di pirlo (vecchie spugne!) ma non avete voglia di bella gente e locali pettinati (barboni!) questo posto fa per voi…
E’ in centro (corso Cavour, più o meno di fronte alla cremeria Pecora Nera), fa il pirlo, ed è un locale decisamente scrauso.
Mentre io passavo la mia infanzia nei campi e nel paesello, fonti certe* mi dicono che voi cittadini preadolescenziali passavate le vostre domeniche pomeriggio nel bunker della Creperia: quante limonate lì sotto eh?!* (vecchi maialoni!)
Ora qui ci potete sorseggiare un buon pirlo (d’estate nei tavoli all’aperto, d’inverno nel bunker dove potrete proseguire le sporcacciate pre-adolescenziali): quello all’aperol direi che è dignitoso. Bicchiere da pirlo (niente cuba libre), fetta d’arancia e qualche cubetto di ghiaccio che non disturba il palato. Quantità abbondante e gusto nella media.

Inizialmente, insieme ai pirli, ci arrivano una misera ciotola di patatine e una di salatini.
Tutto qui?! Lo sgomento si fa strada dentro di me, unito al senso di colpa per aver trascinato tre amici promettendo succulenti stuzzichini…

Ma la speranza è l’ultima a morire, e infatti ecco arrivare un piatto di pizza a tranci (gusti vari) e una focaccia taleggio e patate…La mia reputazione è salva!


Il secondo giro non è da meno: ancora pezzi di trancio di pizza, anche se un po’ fredda e buttata a casaccio su un piatto da pizza (appunto), ed è quasi palese che è un riciclo degli avanzi degli altri tavoli (ma che pretendete?! Siamo in uno dei locali più unti di Brescia, a pari merito con il Dolce e Salato…).

Prezzo: non me lo ricordo, ma nella media (fra i 3 e i 4 € cmq).
3 bicchierini di dignità.

*che preferiscono rimanere ovviamente anonime