polentOne

Ciao gnari abbiamo appena letto l’appello di Simone e subito ci siamo messi a sgobbare!
Il Simone dice:

Simone Oct 9th, 2011 at 7:14 pm Edit
Oh! Ma le’ mia hura de fa n’apdeit delle recensiu’ ?
Sii dientach astemi ?
Ciao neh.

Eccolo qua l’apdeit: il polentOne.

Il polentOne ha aperto da qualche settimana, il suo arrivo in città è stato fragoroso: lanciato da giornali, fasibuc e dal passaparola.

Il posto è carico di innovazione: il suo asso nella manica è la macchina spina-polenta, un misto di tecnologia e tradizione, un pò come la Delorean di ritorno al futuro, una macchina steampunk che sbuffa vapore e versa polenta, il meglio della magia lombardo-veneta.

Il polentOne apre sulle ceneri di non-so-quanti locali che negli anni passati hanno tentato di detronizzare il sciccosissimo MenteLocale (li accanto, “li in parte”) dal trono di Re di sanfaustì.
Tutti gli altri son morti sotto i colpi di cocktails costosissimi, pause pranzo ben oltre il deca e discorsi pieni di diminutivi e vezzeggiativi, Il polentOne ha tutto l’unto e il sapere che serve per farcela. Go Burro GO!

Ma veniamo a noi, veniamo al ILPIRLO.

Siamo andati ad assaggiare l’apertivo nei primi giorni di apertura, nel casino generale del:

– “si ordina solo al banco, no servizio tavolo”,
– “no veniamo noi”,
– “no tu ordini al banco e ti porti da bere al tavolo ma il cibo te lo portiamo noi”, fino al
– “no tu ordini al banco, ti porti da bere al tavolo, prendi gli affettati al buffet e li porti al tavolo, ma la polenta te la portiamo noi…”

….Ci arriva finalmente il pirlone, vediamolo!

Nooooo, bruuut diaol, un tumbler…non è mica un moijto.
Il pirlone nel suo sarcofago di vetro è comunque decente, ghiaccio giusto, campari troppo, anche se amiamo le mazzate alcooliche. In generale il pirlo raggiunge la sufficienza ma da solo non si fa certo ricordare.

Ciò che rimane stampato in mente è sicuramente la pappa!! Assieme al pirlo puoi accedere ad uno scarno buffet a “zona”: salame, mortadella, prosciutti, qualche oliva. arriva un tagliere di pane e salame.

Il buffet tagliere serve solo per attendere le polente: ce ne hanno portate di 2 tipi diversi (taragna e non) con 3 sughi. La polenta con il pirlo è proprio il top: è la suprema ignorantata, è la brescianità che sfiora la completezza (..ahh…se solo su quella polenta ci fosse stato adagiato un simpatico bombolino).

Infine per coronare il tutto, il polentOne in clima di giorni di apertura, ci ha offerto una tripletta di spiedini-polenta-sarciccia. Anche questi buoni e fighissimi da far roteare in area, a mo di lazo australiano, per apprezzarne il sentimento.

Il pirlo con stuzzichini costa 4€.
Gli spiedini, non so, a noi sono giunti per l’apertura.

Il polentOne offre un pirlo originale, è per tutti e ci puoi portare anche la tua ragazza prima di andare a snobbare in piazza Arnalo, rimanendo comunque cool, fascino e di tenza (anche perchè il polentOne è del cantante famoso!).

Il polentOne
via porta pile 1b, 25100 Brescia, Italy
3318939819

Ti è piaciuta la review? allora tuittala, laicala su faisbuc e spargila in giro!