Zilioli Gastronomia Panetteria

EDIT novembre 2014: questo week end, al posto di grissini e pane, ci hanno portato pezzi di focaccia, pizza, pane con i ciccioli, pane con le noci, il tutto di ottima qualità. Il pirlo (stavolta senza ghiaccio) più deciso e gnecco. Aumento il voto: 4 bicchierini.

IMG_3409

 

AMICI! AMICHE! Siamo tornati!!! (non ce ne siamo mai andati! il pirlo rimane la nostra missione, un po’ come la pace nel mondo). Eccoci quindi con una nuova recensione. Come sempre, attendiamo i vostri commenti e i vostri voti. Andate, testate, commentate e votate!

Pavimento chiaro, tavoli e sedie in legno chiaro, luce, spazio, e in fondo il miraggio del bancone dei formaggi e affettati freschi.

L’ambiente è caldo e accogliente, informale ma con charme. L’ampio soffitto bilancia bene lo spazio lungo e per certi versi stretto.

E’ un bar, e anche una salumeria. E anche una rosticceria. E anche un’enoteca. E anche un po’ panificio. Cosa vuoi di più dalla vita? Un pirlo aperol e uno campari, grazie.

IMG_3405

Ci arrivano accompagnati da un tagliere di salumi, formaggio e un cesto di pane e grissini.

Il pirlo va giù bene, leggero, forse troppo. Il cibo è buono e di qualità. Unica nota storta i grissini raffermi.

IMG_3402

Siamo indecisi sul voto, quindi ordiniamo un altro giro. Altro tagliere di salumi e formaggio. Per avere la controprova del voto che piano piano si fa spazio nelle nostre menti che nel frattempo sproloquiando di varie ed eventuali, ordiamo un terzo giro. Stavolta chiediamo di poter avere degli assaggi di gorgonzola (eh sì, cari amici e amiche, gorgo is in the house, e sembra sia un posto decisamente specializzato in formaggeria con tanto di spiega).

IMG_3404

Ecco quindi che il terzo giro suggella i palati e confonde le menti. La potenza del gorgo più che altro, perché dopo 3 pirli di media grandezza non siamo per nulla ubriachi.

IMG_3410

Prezzo: 4 €.

Vale la pena approfondire, magari la prossima volta pirlo senza ghiaccio. Vediamo se mi ubriaca di più. Niente da dire sul cibo, chiaramente di alta qualità, e nemmeno sull’ambiente che ho trovato accogliente e non caotico. Per ora voto d’incoraggiamento: 3 bicchieri

Zilioli Gastronomia Panetteria

via XX settembre 40/a

Brescia

 

POLENTONE BURGER BISTROT, nuova gestione

Il PolentOne ha cambiato gestione. Quale migliore occasione per testare l’aperitivo?

Il locale è sempre lo stesso: tavoli fuori ma coperti e riscaldati (per la gioia dei fumatori) e piccola stanzetta interna.

Ordiniamo pirli all’aperol, al campari e misti, con e senza ghiaccio. Il pirlo all’aperol senza ghiaccio scivola in gola che è una meraviglia, così anche quello misto, mi dicono. Quelli con il ghiaccio hanno decisamente tanto tanto ghiaccio. Sapevatelo.

pirli polentone

Dopo 10 minuti dal primo cin non vediamo cibarie all’orizzonte, nemmeno una ciotola di patatine. Ci stiamo facendo prendere dallo sconforto quando…ecco arrivare questo piatto.

cibo polentone

Siamo in 7, quindi 7 porzioni per ogni tipo di stuzzichino (3 in totale). La polenta tenta di rimanere l’ingrediente principale, ma non è buona come al vecchio PolentOne. Il tutto risulta mangiabile, ma non eccezionale. Predisporre una “dose” per ogni persona ha pro e contro. Pro: nessun* rimane senza. Contro: negata la possibilità di un bis.

Concludendo: chi vuole fumare in questo locale può farlo al caldo, seduto al tavolo, sorseggiando il suo pirlo; pirlo senza ghiaccio a mio parere molto buono; con il ghiaccio troppo ghiaccioso; cibo pochino e migliorabile.

Il tutto al prezzo di 4,50 €.

Il mio voto sono 2 bicchierini e mezzo, tendenti al 3.

PolentOne
via Porta Pile, 1B
Brescia

LA CREPERIA

Siete in centro e venite improvvisamente invasi da una voglia ingestibile di pirlo (vecchie spugne!) ma non avete voglia di bella gente e locali pettinati (barboni!) questo posto fa per voi…
E’ in centro (corso Cavour, più o meno di fronte alla cremeria Pecora Nera), fa il pirlo, ed è un locale decisamente scrauso.
Mentre io passavo la mia infanzia nei campi e nel paesello, fonti certe* mi dicono che voi cittadini preadolescenziali passavate le vostre domeniche pomeriggio nel bunker della Creperia: quante limonate lì sotto eh?!* (vecchi maialoni!)
Ora qui ci potete sorseggiare un buon pirlo (d’estate nei tavoli all’aperto, d’inverno nel bunker dove potrete proseguire le sporcacciate pre-adolescenziali): quello all’aperol direi che è dignitoso. Bicchiere da pirlo (niente cuba libre), fetta d’arancia e qualche cubetto di ghiaccio che non disturba il palato. Quantità abbondante e gusto nella media.

Inizialmente, insieme ai pirli, ci arrivano una misera ciotola di patatine e una di salatini.
Tutto qui?! Lo sgomento si fa strada dentro di me, unito al senso di colpa per aver trascinato tre amici promettendo succulenti stuzzichini…

Ma la speranza è l’ultima a morire, e infatti ecco arrivare un piatto di pizza a tranci (gusti vari) e una focaccia taleggio e patate…La mia reputazione è salva!


Il secondo giro non è da meno: ancora pezzi di trancio di pizza, anche se un po’ fredda e buttata a casaccio su un piatto da pizza (appunto), ed è quasi palese che è un riciclo degli avanzi degli altri tavoli (ma che pretendete?! Siamo in uno dei locali più unti di Brescia, a pari merito con il Dolce e Salato…).

Prezzo: non me lo ricordo, ma nella media (fra i 3 e i 4 € cmq).
3 bicchierini di dignità.

*che preferiscono rimanere ovviamente anonime

La Sosteria

Se una sera avete voglia di un pirlo in località amene ed esotiche, potete provare questo locale facilmente raggiungibile, situato in quel splendido paesello che è Botticino.
“I vostri etilometri non fermeranno la nostra sete”: è questo il cartello che ci accoglie all’entrata. Sì, è il posto che fa per noi!

_resize-0

_resize-1

Il locale più strano che io abbia mai visto: l’atmosfera è un mix super chic di pettinismo alternativo e stile decadente da antico bar di paese.
Curiosi eh?! Grandi tavoli di legno con semplici sedie da taverna, affiancati a divani leopardati e sedie stile trono Primo Impero. Come dire, sofisticata semplicità.
Per capirci, nel menù, accanto a vini francesi e doc della franciacorta, potrete trovare il thè con i biscotti.

_resize-2

Mi risulta un po’ difficile descrivere questo bar enoteca, quindi andateci e vivetevelo.
Ordiniamo due pirli con l’aperol e un bicchiere di vino rosso.

Ohibò! Ad ornamentare il bicchiere di pirlo c’è una fettina di mela. Très chic.
Il pirlo è buono, ma dal tasso alcolico basso, qualche cubetto di ghiaccio e la fetta d’arancia. Anche il vino rosso è di qualità e viene elargito abbondantemente.

_resize-3

Un piiiiccolo buffet ci offre della focaccia alle olive, del caprino decorato con insalatina e aceto balsamico, olive, polpette very good, e polenta arrostita contornata di salamino.

Tutto molto buono. In 3 abbiamo spazzolato quasi tutto già al primo giro.
Alla resa dei conti: 3,50 € e 3 bicchierini.

_resize-5

_resize-4

NB: il buffet c’è solo la domenica, a partire dalle 16 (?!)

“La Sosteria”, via Garibaldi 21, Botticino (Bs) tel. 345 8759522
 
Il my space:
http://profile.myspace.com/index.cfm?fuseaction=user.viewProfile&friendID=133245420

[geolocation]

Il Centauro

Nel cuore del centro di Brescia, ma abbastanza vicino ad un parcheggio.
Nel cuore del centro di Brescia, ma APERTO l’1 novembre.
Nel cuore del centro di Brescia, ma zero fashionism e trichhe e balacche.

Eravamo, giustappunto, in via Mameli, quando ci casca l’occhio su questo barettino, dalla vetrina pimpata e con un mega cartello che dice: “Aperitivo con buffet, alle 11.00 e alle 18.oo, il venerdì, sabato, domenica. 5 euro”.
Quel “5 euro” ci ha fatto tentennare un attimo, ma non appena il nostro sguardo si è posato sul bancone del bar ci siamo decisi ad entrare.

Ci accoglie una gentile signora che ci invita (e lo farà più e più volte) ad abbuffarci, e ci illustra le varie pietanze: bocconcini da vero chef, a tema culinario. Infatti la signora ci spiega che il buffet è sempre a tema: a ‘sto giro (essendo l’1 novembre) il buffet è alla zucca. La settimana prima hanno proposto un buffet con tipicità moldave, il week-end prima ancora africane.

Ci scalda il pasticcio di patate e zucca, ché si è raffredato un po’, e ci spiega per bene le altre goloserie: frittata con zucca e cipolle, salatini con zucca e wurstel, (e senza wurstel per eventuali musulmani), amaretti inzuppati di rum con zucca…

Il tutto cucinato da lei.

Insomma, un paradiso culinario! E’ tutto molto buono, compreso il pirlo.

LA RESA DEI CONTI:
Il contesto è molto tamarro (già il nome del bar…) ma:
– la qualità (e l’abbondanza) del cibo
– l’idea di fare il buffet a tema
– la bontà del pirlo
– la gentilezza della barista
– il fatto che un bar, IN CENTRO, resti aperto anche la DOMENICA

mi fanno dare 3 bicchierini (non 4 perchè il prezzo del pirlo è alto: 5 euro).

Da riprovare al più presto!

Bar Il Centauro, corso Mameli, proprio all’inizio del corso sulla sinistra, venendo da via Garibaldi. (su internet non c’è l’indirizzo preciso! doh!)

[geolocation]